hello@nyxsolutions.it

ambienti del Futuro, verso una digitalizzazione intelligente

ambienti del futuro

Un tema, gli ambienti del futuro, che a causa della pandemia ha subito una accelerazione esponenziale. Noi vorremmo comprendere, attraverso l’evoluzione del modo di vivere e degli ambienti (vedi articolo di un anno fa) che ci circondano, le soluzioni e le necessità degli utenti digitali

Ambienti di lavoro flessibili e domotici, controllati da software in grado di migliorare le condizioni ambientali e di agevolare l’organizzazione del lavoro. Strutture in grado di accogliere più persone fortemente connesse tra loro grazie ai progressi della tecnologia. E ancora, spazio che cambia continuamente per i nomadi digitali.

Ambienti domestici che hanno accolto azioni e funzioni solitamente svolte all’esterno: dal lavoro allo sport, dalla vendita all’acquisto di oggetti che fanno parte non solo del fabbisogno primario. Dagli incontri pubblici/sociali fisici ai webinar attraverso la connessione virtuale. 

Il mutamento non sarà tanto nella forma ma nell’uso

IN STORE OPPURE ONLINE

Anche chi non era avvezzo all’acquisto online, oggi lo è diventato per esigenza. Riscoprendo il valore del tempo risparmiato senza spostarsi. Mentre l’aggiunta delle applicazioni dell’intelligenza artificiale e della realtà virtuale offrirà in futuro, l’opportunità di avere informazioni dettagliate in qualunque campo ed utilizzo. 

Da un articolo di Mark up rimane il fatto che in Italia oggi, 1 su 5 preferisce acquistare in store per le difficoltà riscontrate negli eCommerce e, quei pochi brand « che invece si sono presentati come alternativa virtuale efficiente avranno sicuramente guadagnato quota in pianta maggiormente stabile ». 

CONCLUSIONI

Da queste premesse, riteniamo che la sfida del futuro per le PMI debba essere l’integrazione continua di una digitalizzazione intelligente volta a migliorare sempre di più, l’esperienza e le competenze del proprio marchio all’insegna della tangibilità e dell’empatia

Il valore aggiunto sarà una comunicazione digitale più umana e un linguaggio più contemporaneo. Uscire dalla propria comfort zone mediatica può essere un inizio verso questo cambiamento.

POR – POINT OF REFLECTION –