L’importanza di avere un sito web “responsive”

ODR obbligo per gli e-commerce
26 ottobre 2016
Indicizzazione & testi di qualità
4 novembre 2016

L’importanza di avere un sito web “responsive”

Cosa significa “web site responsive”?

La parola “responsive” significa che il sito web è in grado di adattarsi in modo automatico a qualsiasi dispositivo in cui viene visualizzato, indipendentemente dalla risoluzione e dalla dimensione dello schermo. Questa tecnica di web design è vantaggiosa per l’utente, perchè riduce la necessità di ridimenionamento e scorrimento dei contenuti.

Una riflessione sulle statistiche…

L’incremento dell’utilizzo di smartphone e tablet induce a riflettere sull’importanza di creare siti web “responsive”. Gli ultimi dati Audiweb dimostrano come il numero di persone che consultano Internet tramite mobile abbia superato il numero di quelli che lo consultano da computer. Nel dettaglio, in Italia ogni giorno 19.8 milioni di persone navigano in Internet; 12.5 milioni di queste navigano da computer, mentre 14.5 milioni tramite smartphone e tablet. L’elevatissima utenza che fruisce da mobile, fa immediatamente pensare a quanto sia fondamentale oggi disporre di un sito internet che sia perfettamente visibile e accessibile da questo tipo di dispositivi.

Non aver creato un sito web responsive significa che gli utenti che navigano in Internet da mobile (e come avete visto sono tanti) usciranno dal sito appena vedranno che la navigazione non è agevole o limitata in alcune parti. Il sito web perderà molti potenziali visitatori (clienti), con i conseguenti e facilmente immaginabili danni, anche in termini di immagine.

Comprendiamo quindi che la prima caratteristica ed anche il principale vantaggio di un sito web responsive è la facilità di navigazione dai dispositivi mobili. La struttura risulta essenziale ed efficace, con funzioni di navigazione chiare ed intuitive. Inoltre, i tempi di caricamento sono rapidi.

Esistono però altri vantaggi nel disporre di un sito web responsive. Vediamo insieme quali sono…

Google: i siti web “non responsive” vengono penalizzati da Google, facendoli scendere in fondo alla pagina nei risultati di ricerca. Google, infatti, nell’Aprile del 2015 ha introdotto un nuovo algoritmo che premia i siti web adatti a essere visualizzati da qualsiasi dispositivo mobile.

Unicità: quando serve apportare modifiche al sito, effettuare aggiornamenti tecnici o fare ottimizzazione SEO, il lavoro viene effettuato in un unico sito, e non su tanti siti web quante sono le dimensioni dello schermo. In questo modo si risparmia tempo e fatica (e denaro…)

Meno abbandoni: come accennato in precedenza, un sito facilmente navigabile da qualsiasi dimensione di schermo comporta che l’utente non abbandonerà subito il sito, rimanendo così un potenziale cliente.

Opinione positiva: un utente che vede un sito web responsive pensa che l’azienda sia innovativa e al passo con i tempi. L’utente, quindi, molto probabilmente parlerà bene del tuo sito sia in rete attraverso i social che al di fuori di Internet. Si crea e si mantiene così un’immagine positiva dell’azienda, necessaria per la generazione di nuovi potenziali lead.

Controlla se il tuo Web Site è responsivo, click qui