nel Web Design: Simmetria? oppure … Asimetria

Una composizione può essere bilanciata e piacevole alla vista ma non per questo necessariamente simmetrica. Su una pagina web con diversi elementi presenti si tende a cercare un equilibrio perché l’uomo è ciò che cerca nella quotidianità. 

Il concetto di simmetria è istintivo per il genere umano, maturato dal fatto che il suo stesso corpo si sviluppa nello spazio secondo un asse di simmetria dove una metà riflette perfettamente l’altra. Il concetto di simmetria è anche espressione di equilibrio, di ordine e di perfezione mentre asimmetria è movimento, gioco e libertà.

Nel mondo del web design, l’asimmetria (assenza di elementi speculari all’interno di una composizione visiva) può descrivere comunque un equilibrio visivo. Non esistono linee guida che il designer segue per ottenere una composizione bilanciata ma se riesce a far orientare l’attenzione dell’utente in modo uniforme sulla pagina web, vuol dire che ha raggiunto un equilibrio dei contenuti.

Asimmetria significa avere anche maggiore libertà creativa ma può anche significare maggiore difficoltà nella disposizione delle immagini e di altri oggetti legati alla percezione visiva. Una gerarchia visiva può aiutare ad avere una lettura più chiara dei contenuti web perché suggerisce un modo più appropriato di navigare all’interno del sito: l’argomento più importante dovrebbe essere visto per primo ed essere in grado d’indirizzare l’attenzione su cosa guardare dopo.

Lo studio dell’Architettura o meglio dell’ Alberatura di un sito è la base su cui si costruisce una gerarchia Visiva. Si parte classificando i contenuti in macro-argomenti che dalla home-page si diramano nelle pagine secondarie che a loro volta si diramando in sottocategorie per poi terminare nei prodotti.

Una volta definite le macro-categorie e le sottocategorie, il designer può iniziare a progettare il layout della pagina combinando i contenuti visivi e di testo con gli spazi negativi. Quest’ultimi sono anche chiamati spazi bianchi intesi come aree vuote ma non necessariamente di colore bianco. Hanno come obbiettivo quello di aggiungere una simmetria al layout, “pulire” lo spazio visivo e aiutano lo spettatore a concentrarsi sugli argomenti principali del sito.

Possiamo riassumere affermando che l’obbiettivo di un Web Designer è creare un interesse dello spettatore uniformemente distribuito.